Estate 2017 per tutti, anche per ragazzi e bambini con disabilità

Se l’arrivo imminente delle vacanze estive per i bambini ed i ragazzi che durante tutto l’anno frequentano le aule di scuola, corrisponde a più ore di svago e di riposo, per le famiglie questo momento può invece rappresentare un problema. Dove possono stare in estate? e, in particolare, dove si possono lasciare i bambini ed i ragazzi con disabilità?

Nel Comune di Reggio Emilia, sul sito di Reggio Città Senza Barriere  è possibile rimanere aggiornati sulle proposte dedicate alle persone con disabilità residenti nel Comune di Reggio Emilia. Per questa estate 2017 sono previsti due summerlab, cioè laboratori e campi giochi, per ragazzi con disabilità dai 5 ai 13 anni.

Per il resto sul territorio esistono solo iniziative a macchia di leopardo che le famiglie si devono cercare autonomamente tra le proposte di ogni singola associazioni di riferimento per le varie disabilità, delle APS o delle cooperative sociali.

Nonostante le offerte riguardanti i centri estivi stiano crescendo, anche per via dell’aumento della domanda da parte delle mamme lavoratrici, le possibilità percorribili da parte dei genitori di bambini e ragazzi con disabilità non sono molte, senz’altro sono molte meno dell’offerta “ordinaria” destinata alle persone normodotate.

Spesso succede che i centri estivi “ordinari” – magari di tipo comunale o parrocchiale – accolgano anche ragazzini con disabilità, a seconda della possibilità dell’ente di potersi dotare di personale specificamente formato.

Alcuni progetti per l’estate prevedono l’iscrizione dei ragazzi in tempi parecchio anticipati, come ad esempio entro la fine di aprile o la prima metà del mese di maggio, ma ci sono anche associazioni che definiscono tardi le linee guida per i propri campi estivi.

La soluzione per noi più efficace è quella di segnalarvi qui di seguito dove reperire l’elenco dei diversi soggetti che potrebbero offrire attività nel periodo estivo.

Cooperative sociali: qui il link
APS: qui il link
Vi segnaliamo inoltre un elenco dei soggetti del volontariato dedicati alle diverse disabilità e che, su richiesta, potrebbero fornire le informazioni cercate .

Quello che emerge è l’esigenza di un collettore a livello provinciale che raccogliesse le proposte e le iniziative offerte sull’intero territorio così da facilitare le famiglie nella soluzione di un problema che sistematicamente ad ogni “vacanza” si ripresenta.

Vi invitiamo a leggere anche la guida costruita sul sito disabili.com per avere un’idea sulle proposte di tutto il territorio nazionale.

 

 

 

 

ESTATE 2017